Skip to main content
  1. Pagina iniziale
  2. Consigli per il Recruiting
  3. Fonti per la Selezione
  4. Preparazione del colloquio con il candidato

Preparazione del colloquio con il candidato

Preparazione del colloquio con il candidato

La tua preparazione per il colloquio ti ha fornito un numero di domande che contribuiranno a farti conoscere e valutare il candidato. Tuttavia, c'è molto da fare prima, durante e dopo il colloquio. Segui questi consigli:

Prima del colloquio

  • Metti il candidato a suo agio: i colloqui possono essere stressanti, di conseguenza, fai del tuo meglio per consentire al candidato di rilassarsi. Accertati che ciascun candidato sia accolto e, se necessario, accompagnato dove avrà luogo il colloquio. Comincia con domande moderate.   


  • Non giudicare dalle prime impressioni: li abbiamo incontrati tutti, persone che non fanno una buona prima impressione, ma che si dimostrano dipendenti eccezionali. Per essere sicuro di non lasciarti sfuggire questi diamanti grezzi, aspetta prima di emettere il giudizio, almeno fino a quando non hai la possibilità di valutare le capacità e il potenziale del candidato.

 Durante il colloquio

  • Descrivi sommariamente il lavoro al candidato: anche se il tuo scopo sarà non dominare durante il colloquio, dovresti iniziare con una breve descrizione della posizione, che includa le responsabilità principali, la struttura di riferimento, gli impegni principali e i criteri delle prestazioni. In questo modo il candidato potrà fornire esempi e risposte pertinenti.   


  • Non temere di improvvisare: pianifica le domande, tuttavia, non pensare di essere obbligato a porre solo quelle scelte in precedenza. Sii attento a quanto detto dal candidato e genera domande ispirandoti alle sue risposte, afferma Shelly Goldman, recruiter esecutivo di The Goldman Group Advantage, una struttura dedita al recruiment esecutivo di Reston, in Virginia.   


  • Ascolta: se parli molto durante un colloquio, non sarai in grado di ottenere sufficienti informazioni per distinguere i candidati o per determinarne le competenze effettive. In linea di massima l'80% del tempo dovrebbe essere dedicato all'ascolto e il 20% al parlare.   


  • Prendi note: non dovrai trascrivere tutto quello che un candidato dice, dovrai invece prendere nota dei punti importanti, dei risultati importanti, dei buoni esempi e di tutte le altre informazioni che ti consentiranno di ricordare e valutare adeguatamente ciascun candidato. Una guida del colloquio preparata in anticipo agevola il prendere appunti, offrendoti una struttura per l'acquisizione delle informazioni importanti.   


  • Incoraggia il candidato a porre domande: si può dimostrare la parte più valida del colloquio. Perché desiderano il lavoro, si tratta della sfida del lavoro, progressione nel settore o qualcosa di peculiare dell'azienda? Oppure si tratta dello stipendio, dei benefit e delle ferie? Se il candidato non ha domande, dovrebbe suonare il campanello di allarme, in particolare per i dipendenti senior. Annota le domande poste dal candidato e accertati di seguirlo se non sei in grado fornire una risposta immediata.


  • Segui le linee guida per i colloqui conformi alle leggi: è di fondamentale importanza che ogni intervistatore della tua azienda, dagli addetti alle risorse umane ai responsabili esecutivi si attengono alle linee guida dell'assunzione conformi alle leggi. Il metodo più semplice per rendere i colloqui completamente conformi è di porre esclusivamente domande pertinenti al lavoro, eliminando i potenziali pregiudizi non ponendo domande o situazioni che espliciterebbero informazioni non pertinenti.   

Dopo il colloquio

  • Lasciar comprendere ai candidati cosa possono aspettarsi: molti candidati sono affetti dalla piccola mania di sentirsi abbandonati dopo un colloquio, oppure gli viene promesso un follow up che non si verifica mai. Se il candidato è accettabile, chiarisci i passi successivi. E se il candidato non è adatto? Termina sempre il colloquio con una nota positiva, tuttavia sii sincero, afferma la Goldman. Non dire al candidato che lo contatterai, se non è vero.


  • Confronta le note e raggiungi il consenso: la valutazione dopo il colloquio è il momento in cui confrontare le note e avanzare la decisione di assunzione. Ciascun intervistatore deve essere preparato alle note e ai consigli con esempi specifici e note che provengano dalle interviste.


  • Approfondisci le domande a mano a mano che restringi il campo: i colloqui seguenti con i finalisti sono opportunità valide per ottenere maggiori informazioni su di loro. Considera di aggiungere esercizi di dimostrazione come quelli di pianificazione strategica oppure del tipo dimostrami cosa faresti, mettendo in campo sfide commerciali reali alle quali ci si può trovare di fronte.

Crea un'immagine positiva dell'azienda

Joan Woodward, assistente vice presidente della Fifth Third Bank, nota che il mercato del lavoro è sempre competitivo quando si ricercano persone di valore. "Dobbiamo renderci conto che stiamo vendendo la nostra azienda almeno quanto i candidati cercano di vendere loro stessi". "È importante trattare bene le persone durante il colloquio. Non ho mai desiderato di perdere un potenziale cliente o di costruire una cattiva impressione dell'azienda agli occhi di un candidato".

Il colloquio riflette i valori che l'azienda pone su ciascun candidato e per estensione a ciascun dipendente. Sii un buon ambasciatore della tua azienda, conducendo un colloquio professionale, comunicando in modo onesto e basando le decisioni di assunzione su una valutazione onesta delle capacità di ciascun candidato. Non solo metterai in atto grandi colpi, ma costruirai una buona reputazione nella comunità, agevolando gli sforzi futuri di recruitment.

Back to top